La guida in stato di ebbrezza e le sanzioni sono previste dagli art. 186 e 186 bis del Codice della Strada.

In Italia guidare in stato di ebbrezza può essere un reato, che ha sanzioni molto pesanti che variano in base:

  • all’età del guidatore;
  • al tasso alcolemico presente nel sangue

Oltre ai profili penali e amministrativi, la guida in stato di ebbrezza ha come conseguenza anche l’applicazione della sanzione accessoria della sospensione della patente, che nei casi più gravi diventa revoca.

Cos’è il tasso alcolemico e come si misura

Il tasso alcolemico, dal cui valore dipendono le varie sanzioni, è la quantità di alcol misurata in grammi per litro di sangue e si rileva o mediante gli esami del sangue, presso strutture ospedaliere, o attraverso un apparecchio chiamato etilometro nel quale il soggetto deve soffiare.
L’accertamento mediante etilometro deve essere effettuato due volte nell’arco di cinque minuti per essere considerato valido.

Il tasso alcolemico può variare da soggetto a soggetto perché il suo valore è influenzato da numerosi fattori: il sesso del soggetto, il suo peso, il tipo di alcolico bevuto, la quantità di bicchieri, l’aver o meno mangiato prima dell’assunzione di alcol.

Guida in stato di ebbrezza sanzioni previste dal Codice della Strada 

  • Tasso alcolemico tra 0,51 e 0,8 g/l
    Con questo tasso alcolemico non si commette reato mettendosi alla guida, ma è applicata una multa cha può variare da un minimo di € 257,00 a un massimo di € 2.108,00 ed è prevista la sospensione della patente da 3 a 6 mesi.
  • Tasso alcolemico tra 0,81 e 1,5 g/l
    E’ reato guidare con questo tasso alcolemico. E’ previsto l’arresto fino a 6 mesi, una multa che può variare da un minimo di € 800,00 a un massimo di € 3.200,00 ed è prevista la sospensione della patente da 6 mesi a 1 anno.
  • Tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l
    E’ reato guidare con questo tasso alcolemico. E’ previsto l’arresto da 6 mesi a 1 anno, una multa che può variare da un minimo di € 1500,00 ad un massimo di € 6.000,00 ed è prevista la sospensione della patente da 1 a 2 anni.
  • Tasso alcolemico per i Neopatentati
    I minori di anni 21 e tutti i neopatentati (coloro che hanno la patente da meno di 3 anni) devono avere un tasso alcolemico pari a zero grammi per litro. Se questo limite viene violato, si applicano le sanzioni previste dal Codice delle Strada aumentati da 1/3 alla metà.

Inoltre, è prevista la confisca del veicolo se di proprietà del soggetto trovato ubriaco alla guida; se il veicolo è di proprietà di un soggetto diverso, è prevista la sospensione della patente da 2 a 4 anni.

Guida in stato di ebbrezza e incidenti

Se chi guida in stato di ebbrezza commette un incidente, le pene sono raddoppiate ed è disposto il fermo amministrativo del mezzo per 180 giorni, salvo che il sia intestato ad un soggetto diverso
Se l’incidente è commesso da persona con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l la patente viene revocata.

Dal 2016, con l’introduzione dei reati di Lesioni Personali Stradali e Omicidio Stradale, guidare in stato di ebbrezza e causare un incidente con feriti o morti può comporta la reclusine i carcere, nei casi più gravi, fino a 15 anni.

Guida in stato di ebbrezza e rapporti con la propria assicurazione

La guida in stato si ebbrezza può creare grossi problemi anche con la compagnia assicurativa che assicura l’auto di colui che guida ubriaco.

E’ il caso dell’azione di rivalsa, che una compagnia assicurativa può decidere di azionare verso il conducente che ha guidato ubriaco e abbia provocato un incidente, lo spiego nell’articolo guida in stato di ebbrezza la rivalsa assicurativa.

Per analizzare il Vostro caso concreto, potete contattare l’avv. Francesco Pavan ai recapiti dello Studio oppure potete inviare un messaggio diretto usando il modulo dei contatti.