2020/07/30 2020/07/30

CONSENSO INFORMATO E OPERAZIONE SANITARIA: COSA SAPERE

30/07/2020|News|

In tema di responsabilità medica, il paziente deve dimostrare che, se correttamente informato, non avrebbe dato il consenso per l'intervento chirurgico cui si è sottoposto. Sul punto si è espressa la Cassazione, Sezione III Civile, con la sentenza n. 9887 del 26/05/2020 La decisione della Cassazione In tema di attività medico-chirurgica la manifestazione del consenso del paziente alla prestazione sanitaria costituisce esercizio del diritto fondamentale all’autodeterminazione in ordine al trattamento medico propostogli. Tale diritto all'autodeterminazione, in quanto diritto autonomo e distinto dal diritto alla salute, trova fondamento nei principi degli articoli. 2, 13 e 32, comma 2 della Costituzione. La violazione, da parte del medico, di informare il paziente può causare due differenti tipi di danno: § un danno alla salute, sussistente qualora sia ragionevole ritenere che il paziente, se correttamente informato, avrebbe evitato di sottoporsi all’intervento; § un danno da lesione del diritto di autodeterminazione quando, a cagione del [...]

2020/07/23 2020/07/23

SI PUO’ FUMARE SUL LUOGO DI LAVORO ?? COSA SAPERE

23/07/2020|News|

Nel caso in cui un dipendente contravvenga al divieto di fumo durante le ore di lavoro e tale condotta sia qualificata come giusta causa di licenziamento dal contratto collettivo applicato nell’azienda datrice di lavoro, il Giudice non è vincolato dalle previsioni del CCNL ma può escludere che il comportamento del lavoratore costituisca di fatto una giusta causa per il licenziamento in considerazione delle circostanze concrete che lo hanno caratterizzato. Questo è quello che ha stabilito la Corte di Cassazione, Sez. Lavoro, con la sentenza n. 12841/20 del 26/06/2020 I Fatti Ad un lavoratore, che aveva contravvenuto al divieto di fumo durante l’orario di lavoro concedendosi una sigaretta in un’intercapedine dei locali della ditta datrice di lavoro, veniva intimato il licenziamento per giusta causa. Mentre il Tribunale aveva ritenuto legittimo il licenziamento, la Corte d’Appello aveva accolto la domanda di annullamento dello stesso, rilevando che in luogo del licenziamento fosse da [...]

2020/07/14 2020/07/14

Controlli Agenzia Investigativa e Infortunio Lavoratore: Cosa Sapere

14/07/2020|News|

Lavoratore a casa per infortunio, ma andava in giro in bici e passeggiava con il figlio sulle spalle. Legittimo il licenziamento per i fatti comprovati dai rilievi di una Agenzia Investigativa incaricata dal datore di lavoro. (Corte di Cassazione, sez. Lavoro, ordinanza n. 11697/20; del 17/06/2020) I Fatti I vertici di un'azienda che gestiscono un cantiere affidano a un’Agenzia Investigativa il compito di controllare il lavoratore che risultava essere ufficialmente in malattia a causa di un trauma contusivo riportato mentre a bordo del proprio scooter si allontanava dal cantiere. Il referto del Pronto Soccorso prescriveva riposo assoluto per alcuni giorni e, trattandosi di infortunio in itinere, venivano trasmessi gli atti all’INAIL competente. Dai rilievi dell'Agenzia Investigativa emergeva come il lavoratore "in infortunio" : fosse dedito ad attività fisiche, pedalando per ore; e  camminasse per il centro cittadino portando il figlio piccolo  sulle spalle. A seguito dei rilievi dell'Azienda Investigativa, il [...]

2020/07/08 2020/07/08

RIFACIMENTO DEI BALCONI DEL CONDOMINIO: CHI DEVE PAGARE?

08/07/2020|News|

Chi deve pagare per il rifacimento dei balconi di un condominio? Il singolo condominio proprietario del balcone o tutti i condomini? Dipende da come sono fatti i balconi e i divisori del condominio. Sul punto si è espressa la Cassazione, Sezione VI Civile,  con la Sentenza n. 10848 dell'8 Giugno 2020. I balconi dell’edificio condominiale non rientrano tra le parti comuni ex art. 1117 c.c.. I rivestimenti dei balconi invece devono essere considerati beni comuni se svolgono in concreto una prevalente ed essenziale funzione estetica quali elementi decorativi ed ornamentali essenziali della facciata. I Fatti Il Tribunale di Milano confermava la decisione del Giudice di Pace di rigetto dell’impugnazione di una delibera assembleare con cui il Condominio convenuto aveva ripartito tra tutti i condomini le spese per la sostituzione delle ringhiere e dei divisori dei balconi. Secondo i Giudici di merito si trattava di parti integranti della facciata dell’edificio che concorrono [...]