2020/05/29 2020/05/29

ARMI E MUNIZIONI: COSA FARE IN CASO DI EREDITA’

29/05/2020|News|

Armi e munizioni ricevute in eredità: Cosa deve fare l'erede che entra in possesso di armi di proprietà del defunto? Ha gli stessi obblighi e doveri del defunto? La Cassazione, Sezione I Penale, con la sentenza n. 15199 del 15/05/2020 si è pronunciata sull'argomento. L’erede che entra nella disponibilità di armi è tenuto a rinnovare la denuncia di esse. Gravano su di lui gli stessi obblighi che gravavano sul defunto, anche in caso di accettazione dell'eredità con beneficio di inventario. In questo articolo è spiegato cos'è l'eredità con beneficio di inventario. I Fatti A seguito del decesso del proprio coniuge, la vedova decide di dar corso ad accettazione dell’eredità con beneficio di inventario. Nel patrimonio del defunto sono ricompresi due fucili ed alcune cartucce. La vedova non effettua le comunicazioni previste dall’articolo 697 del codice penale e, per detta omissione, viene processata e condannata Successivamente il reato viene dichiarato prescritto dalla [...]

2020/05/25 2020/05/25

EREDITA’ E BENEFICIO DI INVENTARIO: COSA SAPERE

25/05/2020|News|

Quando una persona muore nel suo patrimonio subentrano gli eredi. Gli eredi possono essere legittimi, quando sono individuati dalla legge perché manca un testamento, oppure testamentari perché indicati in un testamento. Entrambi i tipi di eredi, legittimi o testamentari, possono accettare l'eredità con beneficio di inventario. Ma cosa significa accettare l'eredità con beneficio di inventario.  L'articolo 490 del Codice Civile stabilisce che l'accettazione con beneficio d'inventario è un atto attraverso il quale una persona dichiara di accettare un'eredità ma di voler evitare che il suo patrimonio personale venga confuso con quello del defunto. Ma perché accettare un'eredità con beneficio di inventario? Quando si eredita il patrimonio di un defunto, il proprio patrimonio e quello del defunto diventano una cosa sola. Pertanto, all'erede passano non solo i beni (mobili e immobili) ma anche i crediti e le obbligazioni, ovvero i DEBITI, del defunto, che devono essere pagati dall'erede. Pertanto, nel caso in [...]

2020/05/19 2020/05/19

AFFITTO E RISARCIMENTO DEL DANNO: COSA SAPERE

19/05/2020|News|

Gli affitti commerciali hanno una disciplina diversa rispetto alle locazioni abitative, anche in tema di risarcimento del danno in caso di scioglimento anticipato del contratto di locazione. In tema di risarcimento del danno relativi ad una locazione commerciali si è pronunciata la Corte di Cassazione: Sentenza n. 8428 del 05.05.2020, Sezione III Il Locatore che abbia chiesto e ottenuto la risoluzione anticipata del contratto di locazione per inadempimento del Conduttore, ha diritto anche al risarcimento del danno per l’anticipata cessazione del rapporto di locazione. I fatti La Società Conduttrice aveva chiesto la risoluzione del contratto di locazione di immobile ad uso commerciale per inadempimento della Locatrice. Costituendosi in giudizio, la Locatrice, invece, eccepiva l’inadempimento al pagamento dei canoni pattuiti per i quali aveva chiesto ed ottenuto decreto ingiuntivo; in questo articolo è spiegato cos'è un decreto ingiuntivo. In quest'altro articolo sono indicati gli obblighi del Locatore e del Conduttore e quando il Conduttore [...]

2020/05/15 2020/05/15

MULTA PER ECCESSO DI VELOCITA’: COSA SI DEVE FARE

15/05/2020|News|

Quando si prende una multa per eccesso di velocità è necessario comunicare anche i dati della persona che era alla guida, altrimenti si viene sanzionati una seconda volta. L'opposizione fatta per una della due multe non blocca l'altra, come stabilito da una sentenza della Cassazione. Cosa stabilisce la Sentenza della Cassazione n. 8479 del 05/05/2020, Sezione III La mancata opposizione diretta al verbale relativo all’omessa comunicazione dei dati relativi alla persona che era alla guida è sufficiente per dare il via libera alla cartella esattoriale. I Fatti Lungo una strada comunale un automobilista viene sanzionato per violazione dei limiti di velocità con successiva notifica del verbale della Polizia municipale. Il verbale contiene anche l’intimazione a comunicare le generalità e il numero di patente di chi si trovava alla guida al momento dell’infrazione, pena l’emissione della sanzione amministrativa pecuniaria. L’automobilista decide di impugnare avanti al Prefetto il verbale relativo all'eccesso di [...]