2018/10/23 2018/10/23

RELAZIONE EXTRACONIUGALE E REVOCA DELLA DONAZIONE

23/10/2018|News|

La relazione extraconiugale può portare alla revoca della donazione. Una coppia in crisi, ormai separata di fatto. Lei inizia una relazione con un personaggio famoso e la storia finisce in pasto ai mass media. Il marito, che aveva pagato interamente l’appartamento milanese intestato poi alla coniuge, prova ad ottenere la revoca della donazione. Ma, secondo i Giudici, il comportamento della donna non costituisce un’ingiuria grave. (Corte di Cassazione, sez. II Civile, ordinanza n. 24965/18; depositata il 10 ottobre) Il Tribunale di Milano rigettava la domanda di revoca della donazione indiretta avente ad oggetto un appartamento sito in Milano proposta dal marito della donataria per ingratitudine della stessa. Dalla ricostruzione dei fatti era emerso che l’immobile, acquistato dall’attore poco prima del matrimonio, era stato intestato alla moglie ma la stessa, dopo pochi anni, aveva intrattenuto due relazioni extraconiugali con comportamenti ingiuriosi nei confronti del coniuge. Avverso la sentenza della Corte d’Appello che [...]

2018/10/17 2018/10/17

LA RISARCIBILITA’ DEI DANNI DA RITARDI FERROVIARI E DA MANCATE COINCIDENZE.

17/10/2018|News|

I trasporti ferroriavi sono soggetti ad una normativa specifica, pertanto, anche le controversie e i danni che dovessero cagionare hanno una disciplina particolare. Avv. Francesco Pavan Il danno da ritardi, interruzioni o soppressioni di trasporti ferroviari subìto dal viaggiatore è risarcibile in base alle disposizioni contenute nella normativa speciale di riferimento dato lo specifico rinvio effettuato dal codice del consumo. (Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3, ordinanza n. 25427/18; depositata il 12 ottobre) A seguito di un danno tecnico della rete ferroviaria, il treno su cui viaggiava un passeggiero subì un notevole ritardo, tale da far perdere la coincidenza per il volo prenotato dallo stesso viaggiatore, obbligandolo così a comprare nuovi biglietti aerei per il volo successivo. Il passeggero, quindi, lamentava dinanzi al Giudice di Pace, oltre al danno patrimoniale, dovuto dall’acquisto di nuovi biglietti aerei, anche il danno non patrimoniale patito per il ritardo realizzatosi. Una volta [...]

2018/10/10 2018/10/10

IL DANNO DA IMMISSIONI DI FUMO E’ RISARCITO ANCHE SOLO IN BASE AD UNA VIOLAZIONE OGGETTIVA DI LEGGE.

10/10/2018|News|

I rapporti con i vicini di casa possono essere fonte di contenziosi giudiziari i quali, in presenza di certe circostanze, possono comunque portare ad un risarcimento del danno anche in assenza di un vero e proprio danno biologico. Avv. Francesco Pavan L’assenza di un danno biologico documentato non osta al risarcimento del danno non patrimoniale conseguente ad immissioni illecite, allorché sia stato leso il diritto al normale svolgimento della vita familiare. (Corte di Cassazione, sez. II Civile, ordinanza n. 23754/18; depositata il 1° ottobre) Il Tribunale, una volta disposta CTU, sull’esito dell’accertamento ne disponeva la immediata rimozione con collocazione in altro sito, con osservanza delle norme vigenti in materia di distanza tra le costruzioni. Disatteso il reclamo presentato dalla resistente, le ricorrenti agivano con giudizio di merito per chiedere la condanna della convenuta anche al risarcimento dei danni da loro subiti ex art. 844 c.c. in materia di immissioni. Anche [...]

2018/10/01 2018/10/01

VISITA AL CIMITERO. CADUTA DALLA SCALA UTILIZZATA PER RAGGIUNGERE LA LAPIDE DEL MARITO: NESSUN RISARCIMENTO.

01/10/2018|News|

L'attenzione che si deve prestare nell'utilizzo degli oggetti presenti in luoghi pubblici o aperti al pubblico dev'essere sempre massima. Avv. Francesco Pavan Respinta la richiesta presentata da un’anziana signora nei confronti di un Comune abruzzese. Per i Giudici il capitombolo è addebitabile non a difetti strutturali della scala, bensì dall’utilizzo fattone dalla donna. Fatale l’utilizzo di una scala: la donna – 71 anni –, impegnata a sistemare fiori freschi nei vasi che caratterizzano la lapide del marito, scivola e finisce a terra in malo modo. (Corte di Cassazione, sez. III Civile, ordinanza n. 23203/18; depositata il 27 settembre) E' stato appurato che la donna «è caduta da una scala a pioli in ferro, collocata sul posto per accedere ai loculi più alti» mentre provava a sistemare un mazzo di fiori freschi nei vasi presenti sulla lapide del marito. Consequenziale è la richiesta di risarcimento – per una cifra che si [...]